Follow
Top

L’ A,B,C di una buona pianificazione.

Ho scritto questo articolo pensando alle curiosità di alcuni amici quando racconto del mio lavoro. Capita spesso che qualcuno provi ad elencare tutte le cose che immagina susseguirsi nell’organizzazione di un matrimonio, la lista si conclude con un: “Ok, non so come fai a tenere a mente tutto!”. Ho immaginato che come loro, tanti altri possono perdersi dentro elenchi caotici di cose da fare e pensare, vorrei tranquillizzarvi e darvi qualche consiglio utile a focalizzare i capi saldi della vostra lista! Vediamo insieme quelli che considero i fondamentali alla pianificazione del vostro matrimonio:

Decidere il budget: Prima di tutto, fissiamo un massimo di spesa. Scegliete anche ciò a cui non volete rinunciare “cascasse il mondo” e quello su cui invece intendete fare economia.

Location e catering: Visto che avete deciso il giorno e l’orario del matrimonio sia che scegliate la chiesa o il comune, scegliete il luogo del ricevimento tenete a mente che il numero opportuno degli invitati è determinato dallo spazio considerato nel piano “pioggia”, non fatevi ingannare dalle dimensioni dello spazio esterno. Se previsto dalla location o se ricercato esternamente il catering è fondamentale per aiutarvi a contestualizzare il vostro evento.

Il Mood dell’evento: Alla realizzazione del nostro evento la scelta della location vi può aiutare nella definizione del “tema”. Questa variabile non è essenziale, ma potrebbe facilitarvi nell’ideazione delle partecipazioni, tableau, fiori/allestimenti e bomboniere. Non necessariamente deve risultare un matrimonio “a tema” bensì è sufficiente che vi sia un richiamo tra i vari elementi (un colore, un logo o una grafica che si ripete ecc..).

Musica e intrattenimento: La colonna sonora è molto importante, soprattutto in alcuni momenti salienti: arrivo degli sposi al ricevimento, inizio delle danze, taglio della torta… Anche in questo caso è semplicemente una questione di gusti. Di certo non vi sfuggirà nulla di essenziale, con una buona pianificazione.

Scegliete l’abito: Date un’occhiata a foto e cataloghi, poi andate a provare il vestito. È importante non ridursi all’ultimo, molti atelier concedono “l’esclusiva” sull’abito, mettono da parte quelli fermati dalle spose che risiedono nella stessa zona o città, arrivando per tempo potrete avere più scelta! Considerate anche che la spedizione dell’abito in taglia solitamente impiega tre/quattro mesi, occorre poi considerare le tempistiche per procedere con varie ed eventuali modifiche sartoriali. Trovato l’abito giusto, il trucco e l’acconciatura avranno una linea guida da seguire. Lo stesso discorso vale per lo sposo che non è esente dall’obbligo di muoversi per tempo!

Questi sono alcuni nodi che una volta dissipati possono facilitare la scelta degli elementi mancanti. Un consiglio è quello di coinvolgere i vostri testimoni. Sappiate che possono essere un valido aiuto, essendo persone fidate, se si rendono disponibili potrebbero sgravarvi da piccoli pensieri, che vanno dall’acquisto delle fedi fino all’aiutarvi ad imbustare gli inviti matrimonio.

Post a Comment