Follow
Top

Il Lancio del Riso

 

Il lancio del riso agli sposi è un rituale importante quanto antico.

Se ne rintraccia l’origine, nella regione asiatica dove il riso è un elemento essenziale della loro dieta e un segno di fertilità. Si lancia nella speranza che la coppia abbia dei figli. La credenza che questo rito abbia l’origine nella tradizione cinese la racconta un’antica leggenda che narra come il Genio Buono, alla vista dei contadini colpiti da una grave carestia, sia stato mosso a pietà e abbia chiesto loro di irrigare i campi con l’acqua del fiume in cui egli disperse i propri denti. L’acqua trasformò i denti in semi, da cui germogliarono migliaia di piante di riso, che sfamarono l’intera popolazione. Il riso da allora divenne simbolo d’abbondanza e prosperità e lanciarlo sugli sposi equivale ad augurare loro un futuro di felicità e soddisfazioni.

Secondo la cultura Indonesiana invece, il lancio del riso serviva a trattenere l’anima dello sposo che altrimenti, subito dopo il rito, sarebbe fuggita via senza mai fare ritorno.

Altri raccontano che il lancio del riso o coriandoli sul corteo nuziale, nasce da un vecchio rito greco secondo il quale, per propiziare la fertilità, si facevano piovere sulla coppia dei dolci.

C’è anche chi sostiene, che l’usanza del lancio del riso abbia origini romane. Si dice, infatti, che per tradizione nel’ Antica Roma si lanciasse del grano sugli sposi (sempre come augurio di fertilità). Il “cambio di cereali” è avvenuto nel momento in cui il riso è diventato più reperibile del grano.

Infine, in alcune zone del sud Italia esiste un’usanza in cui: quando la sposa, vestitasi con la madre e la suocera, si presenta in sala, riceve in segno di benedizione dalla donna più anziana, una manciata di riso. Una tradizione simile ad un’investitura con cui la sposa viene benedetta verso il passaggio alla nuova vita.

La domanda che sorge spontanea ora è: che tipologia di riso è opportuno acquistare? Il Parboiled, è il riso perfetto per il lancio perché non lascia tracce di amido.

 

 

Photo by Photos by Lanty

Post a Comment